DSA E SCUOLA DELL'INFANZIA

                                "Mio figlio sarà pronto per la Scuola Primaria?"


Questo è un dubbio che attanaglia moltissimi genitori quando il proprio figlio arriva all'età di 5/6 anni. Ci si chiede se sarà in grado di affrontare tutte le richieste che la scuola propone, con adeguate capacità.
Il bambino, durante l'ultimo anno della Scuola dell'Infanzia, dovrebbe aver acquisito delle abilità di base che gli permettono di inserirsi adeguatamente e con serenità nella prima classe della Scuola Primaria. 
Per riuscire ad acquisire l'abilità della letto-scrittura, devono essere presenti e integrati in lui dei prerequisiti fondamentali come l'analisi visiva, la discriminazione uditiva e visiva, la memoria fonologica a breve termine, la coordinazione oculo-manuale e soprattutto le abilità metafonologiche che sono in stretto rapporto con l'apprendimento della letto-scrittura. Tutte queste abilità, in genere, sono acquisite con il tempo, la maturazione e la frequenza della scuola materna nella quale si propongono svariate attività per allenarle.

Tuttavia il bambino, in prima elementare, può presentare delle difficoltà nell'acquisizione della lettura e della scrittura perchè può esserci il mancato sviluppo di questi prerequisiti. 
Pertanto, già alla fine della Scuola dell'Infanzia le abilità ritenute alla base dell'apprendimento della letto-scrittura possono essere valutate, attraverso dei test specifici, con lo scopo di individuare precocemente i bambini che possono presentare difficoltà in qualche area permettendo di intervenire in modo tempestivo per attenuarle in modo da farlo entrare alla Scuola Primaria ben equipaggiato. 
Ricordiamo infatti che se non trattate, il bambino riscontrerà sempre delle difficoltà essendo che esse non scompaiono da sole bensì solo con un trattamento adeguato. 


Come faccio a capire se mio figlio ha bisogno di un rinforzo per poter    affrontare con efficacia la Scuola Primaria?

Nel periodo prescolare ci sono dei 'campanelli d'allarme' che possono indurre il genitore o l'insegnante a pensare ad un approfondimento: 

- imparare i nomi dei colori, l'ordine alfabetico, le filastrocche
- imparare sequenze con un ordine prestabilito (giorni della settimana, stagioni, mesi..) e la ciclicità temporale
- fare giochi di parole (ca...sa, ca...ne, ca...pelli), individuare il primo suono di una parola, le rime ecc.
- l'utilizzo dello spazio del foglio risulta problematico, come colorare delle immagini all'interno dei margini
- difficoltà nella motricità fine (prensione delle matite, pennarelli, imparare ad allacciarsi le scarpe) e motricità grossolana (goffaggine motoria)
- imparare i riferimenti di spazio e tempo come sopra/sotto, prima/dopo, davanti/dietro/in mezzo. 


 

Si riceve previo appuntamento contattandomi ai seguenti recapiti:

cell.347.8653725
claudia.morandelli@hotmail.it

  Site Map