LE DIFFICOLTA' SCOLASTICHE

 



Molto spesso, il primo pensiero che si pongono i genitori davanti agli insuccessi scolastici dei propri figli è: "..mah, sarà dislessico"?
A questo punto è bene precisare che non sempre le difficoltà scolastiche dipendono da una causa specifica perchè ci sono possono essere tanti fattori che influiscono su un basso rendimento scolastico anche in presenza di capacità intellettive adeguate. Pensiamo, ad esempio, al
metodo di studio che, per le caratteristiche stesse dell'alunno, può risultare inefficace; oppure alle capacità di gestire e organizzare il proprio studio quando si è a casa; altre volte possono incidere una scarsa fiducia in sè stessi e nelle proprie capacità che possono portare a demotivazione fino all'evitamento del compito; oppure ancora alle caratteristiche peculiari dell'età che sta attraversando -come la preadolescenza e l'adolescenza- in cui l'energia psichica è maggiormente investita su altri fronti. 
Quindi...non pensiamo subito alla dislessia o ad un disturbo!


COSA FARE?

Per prima cosa, se le difficoltà scolastiche permangono nel tempo (oltre i 2/3 mesi) o se creano molta preoccupazione alla famiglia, è bene rivolgersi ad uno specialista della Psicologia Scolastica il quale, dopo un'attenta anamnesi iniziale, procede con una minuziosa valutazione dello stato degli apprendimenti scolastici, dei processi cognitivi e metacognitivi -come memoria e attenzione- che sottostanno ad esso, ed ai processi motivazionali dello studente. Successivamente, si progetta un percorso di recupero e potenziamento delle abilità personalizzato e strutturato sugli specifici bisogni dello studente. 


                         LE DIFFICOLTA' COMPORTAMENTALI


Un ragazzo su cinque incontra, durante la sua carriera scolastica, un momento di particolare difficoltà. Altri bambini, invece, appaiono sempre irrequieti, incapaci di mantenere l'attenzione, sfuggono al controllo e alle regole degli adulti. Altri ancora si dimostrano eccessivamente timidi e insicuri
Quando questi comportamenti diventano frequenti è importante riconoscere gli aspetti psicologici e relazionali del bambino per prevenire l'insorgere di problematiche maggiori.

E' bene sapere che solitamente queste difficoltà non vanno scomparendo da sole, ma necessitano di una valutazione e un trattamento adeguati coinvolgendo, oltre al bambino stesso, anche gli adulti di riferimento (genitori ed insegnanti) al fine di costruire alleanze e contratti comportamentali per aiutare bambini e ragazzi ad affrontare il loro percorso con maggior serenità ed efficacia.


 

Si riceve previo appuntamento contattandomi ai seguenti recapiti:

cell.347.8653725
claudia.morandelli@hotmail.it

  Site Map